Skip to main content

VOCI DALLA TERRA DI MEZZO di TOLKIEN: le voci di Gollum, Frodo e Thorin insieme al Coro Altreterre

E’ ormai una nuova tradizione quella di Chianciano Terra di Mezzo, una kermesse culturale, ludica ed enogastronomica che è giunta alla sua seconda edizione, ed è attesa da molti. Fa parte di questa tradizione anche il classico spettacolo del Sabato sera della manifestazione, in questo caso Sabato 29 giugno, alle ore 21.00 al Teatro Caos, Viale Dante 4.

Un susseguirsi di emozioni sul palco, che ospiterà il prestigioso Coro Altreterre di Trento, composto da oltre 35 elementi e in grado di portarci in atmosfere assonanti rispetto all’arte e alla poesia letteraria di Tolkien e al suo racconto della natura.

Non solo: quest’anno avremo l’onore di ospitare Francesco Vairano, storico doppiatore italiano e voce della creatura GOLLUM nella trilogia cinematografica de LOTR, e anche Davide Perino, doppiatore giovane e conosciutissimo, voce cinematografica italiana dell’eroe improbabile, di FRODO BAGGINS, e -per finire- Fabrizio Pucci, inconfondibile voce del forte e tenebroso nano THORIN SCUDO DI QUERCIA.

Francesco Vairano è stato anche la voce storica di Alan Rickman, indimenticato Severus Pyton, dalla saga di Harry Potter, e di molti altri personaggi famosi anche dei Simpson, ed è sicuramente attesissimo da tutti gli spettatori.

Davide Perino, seppur molto giovane, ha una carriera ormai ventennale alle spalle, pluripremiato e da sempre vicino al mondo del fantasy, avendo doppiato molti personaggi sin da piccolo; Fabrizio Pucci, infine, anche lui un’autorità nel mondo del doppiaggio italiano, voce di Wolverine, di Russel Crowe in “A Beautiful Mind” e di molti altri grandi attori, ha una voce inconfondibile, che sentiremo insieme sabato 29 giugno.

ATTENZIONE! Per partecipare alla serata evento è necessaria la prenotazione a questo link

Viaggio nel genio di Tolkien: gli incontri culturali

Chianciano Terra di Mezzo è soprattutto un festival culturale ed artistico che vedrà la presenza di alcuni dei principali studiosi italiani dello scrittore inglese, in un vero viaggio di approfondimento dall’arte, al disegno alle ispirazioni che lo hanno influenzato nella sua produzione straordinaria.

Questi gli incontri, tutti ad accesso libero e gratuito all’interno del Teatro Caos a Chianciano Terme, immerso nel Parco di Viale Dante, 4. Per il programma completo consultare la pagina del programma


Venerdì 28 giugno, ore 18,30
“Illustrare Tolkien e la Natura”, dialogo tra Roberta Tosi e Davide Frisoni, in arte Friba Art

La lettura d’apertura del Festival sarà proprio dedicata all’Arte di Tolkien con Roberta Tosi, critica d’arte e direttrice artistica di Chianciano Terra di Mezzo.
Tolkien era un artista, disegnava, decorava ed aveva una fantasia infinita.
Illustrazioni, disegni, decorazioni, mappe, topografia e calligrafia furono, difatti, parte fondamentale nel concepimento dei mondi leggendari del creatore della Terra di Mezzo. La lettura segue l’inaugurazione della mostra di Friba Art intitolata “L’Incantesimo del drago“, dedicata all’animale fantastico che più di ogni altro ha caratterizzato la produzione fantastica di Tolkien, corrispettivo oggettivo di paura, stupore e introspezione dell’umanità verso le proprie profonde pulsioni, agli occhi dello scrittore.


Sabato 29 giugno, dalle ore 15,30 presso il Teatro Caos, Roberto Arduini, considerato il maggiore studioso italiano di Tolkien, modera gli interventi di Sergio Lombardi e Alessandro Bottero, in un dialogo intitolato “C’è del buono in questo mondo, Padron Frodo“. Sergio Lombardi è autore di numerosi articoli sulle principali riviste giuridiche e sui quotidiani fiscali. Insieme all’AIST ha organizzato il leggendario Tolkien Day 2017 al Museo Macro di Roma ed è intervenuto in numerosi eventi AIST come speaker. Alessandro Bottero, giornalista, traduttore, scrittore. Si occupa di musica, fumetti, fantascienza, horror,  da oltre venticinque anni in vari modi e forme. 


Sabato 29 giugno, dalle 17,00 presso il Teatro Caos Barbara Sanguineti terrà la lettura intitolata “Tra luce e oscurità: la natura come grammatica mitica nell’opera di Tolkien“, moderata da Roberto Arduini.

Traduttrice e saggista, laureata a Torino in Lettere Moderne, ha vissuto a Londra per molti anni e là ha insegnato italiano e approfondito lo studio della lingua inglese.  Dal 2016 è divenuta membro dell’AIST (Associazione Italiana Studi Tolkieniani) con cui collabora attivamente con conferenze, saggi e traduzioni. I suoi lavori sono stati pubblicati nella raccolta ‘Tolkien e i Classici’ e in altre pubblicazioni tematiche.
Dal 2021 fa parte del team AIST di consulenti tolkieniani per l’edizione italiana dei dodici volumi della ‘Storia della Terra di Mezzo’, pubblicati da Bompiani


Sabato 29 giugno, alle ore 17,45 Andrea Monda terrà la relazione “A proposito degli Hobbit“, moderata da Roberto Arduini.

Andrea Monda, direttore dal 2018 de L’Osservatore Romano, è autore di molti testi su Tolkien, in collaborazione con Saverio Simonelli e con altri autori, fino all’ultima fatica sull’autore inglese, il volume del 2021 edito da Ares “J.R.R. Tolkien: L’Imprevedibilità del Bene“.


Domenica 30 giugno, a partire dalle 11.00 presso il Teatro Caos, un interessante dialogo letterario tra Luca Manini e il poeta Davide Rondoni, intitolato “Cos’è la Natura? Chiedetelo a Tolkien e ai poeti“.

Luca Manini, docente di inglese, traduttore e commentatore di testi inglesi del ‘500/ ‘600, dal 2014 traduce, per Bompiani, gli scritti inediti di Tolkien (Beowulf, La storia di Kullervo, Beren e Luthien e La caduta di Gondolin, I lai del Beleriand). Collabora alle riviste tolkeniane “Minas Tirith” e “I quaderni di Arda”.

Davide Rondoni
Davide Rondoni, poeta e scrittore, è autore di teatro e traduttore di Baudelaire, Rimbaud, Péguy e altri autori Ha pubblicato diversi volumi di poesia, con i quali ha vinto i maggiori premi nazionali. È tradotto in vari paesi del mondo, collabora a programmi di poesia in radio e tv e come editorialista per alcuni quotidiani. Autore teatrale, ha fondato il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna, la rivista «clanDestino» ed è Presidente del Museo di Fotografia Contemporanea (Mufoco).


Domenica 30 giugno, dalle ore 12,00 torna il dialogo tra Stefano Giorgianni e Edoardo Rialti:Tradurre Tolkien. Le bozze de Il Signore degli Anelli

Stefano Giorgianni è linguista, traduttore per svariate case editrici, Presidente dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani. Tra gli autori tradotti: J.R.R. Tolkien, Stephen King, Wilbur Smith, Alexsandr Bogdanov e Nokolaj Gogol’. Curatore dell’universo Dune per Mondadori, redattore della rivista di studi Tolkieniani I Quaderni di Arda.

Edoardo Rialti insegna Letteratura comparata in Italia e in Canada. È laureato in Letteratura Medievale e Umanistica e Letteratura Italiana presso l’ Università di Firenze, con una tesi sull’epica rinascimentale italiana ed inglese. Collabora a «Il Foglio» ed è traduttore e curatore di Letteratura angloamericana. Con Stefano Giorgianni ha curato la traduzione de “La Storia della Terra di Mezzo”, ed. Bompiani, ed è autore di diversi testi su Tolkien, sin dagli inizi dell’attività letteraria.


Domenica 30 giugno la manifestazione al Teatro Caos si chiude con la Lettura Magistrale di Giuseppe Pezzini,
Il Giardinaggio della Creazione: per un’ecologia integrale Tolkeniana

Il Prof. Giuseppe Pezzini è Tutorial Fellow al Corpus Christi College dell’Università Oxford, e Associate Member all’Institute of Theology, Imagination and the Arts all’Università di St Andrews. Ha studiato alla scuola Normale di Pisa, Oxford e Princeton. Le sue pubblicazioni si concentrano principalmente sulla lingua e letteratura latina (specialmente repubblicana), la filosofia del linguaggio e dell’immaginazione, antica e moderna, con un particolare interesse per Terenzio, Lucrezio e Tolkien. È Tolkien Editor del Journal of Inklings Studies, e autore di un libro sulla teoria letteraria di Tolkien, in uscita per Cambridge University Press nel 2024.


Una festa a lungo attesa: tutti gli appuntamenti di cucina tolkeniana a “Chianciano Terra di Mezzo “

Raccontando della sua ARDA, il mondo fantastico creato da JRR Tolkien, più di una volta l’autore inglese si è soffermato a descrivere i diversi tipi di cucina e di cibi gustati dai popoli della Terra di Mezzo e non solo: oltre alla famosissima cucina “hobbit” e ai biscotti energetici degli elfi, ci sono intere popolazioni specializzate in questa o quell’altra delizia, come i beorniani con il miele o i nani con la birra; oppure ancora personaggi caratterizzati proprio dal loro legame con la buona cucina, come Sam o come Omorzo Farfaraccio, oppure legati a pietanze rivoltanti, come le derrate putride degli orchi, o il pesce squartato vivo dalla creatura Gollum.

1- Cena a tema 28 giugno: cucina tolkeniana & musica folk

Venerdì 28 giugno dalle ore 19:00 nell’area del Centro Storico di Chianciano (a partire da Viale Dante ) una cena itinerante con musica dal vivo del gruppo e tante pietanze da scegliere. Tutte le attività di ristorazione del centro storico potranno essere scelte per la cena, o anche più di una, se si vorranno assaggiare più pietanze, che saranno disponibili per tutta la manifestazione. Non è obbligatorio prenotare, ma è sicuramente preferibile!

2- Quali pietanze della cucina tolkeniana a Chianciano Terra di Mezzo?

Ecco l’elenco delle pietanze a tema disponibili nel centro storico per la cena a tema di venerdì 30 giugno, e che saranno disponibili anche per le sere successive:

Bradi Toscani servirà la “Zuppa della Storia“, il “Tagliere di Denethor” e il “pan di via” salato di accompagnamento. (Tel 0578 30177)

Bar Centrale servirà il “Rimpinzimonio con maiale salato” (Tel 334 312 1614 )

Toro Tosco servirà il famosissimo “Stufato di Coniglio alla Sam” e i “Panini Bianchi Elfici” (Tel 331 765 0901 )

Il Bar Centro Storico avrà il “Pan di Via” in versione dolce, il “Tagliere di Denethor“, una selezione di “Dolci della Contea” e, come sempre, la “Seconda Colazione Hobbit” ( Tel 0578 31444 )

il Ristorante La Torretta servirà due piatti straordinari: la “Zuppa di pane elfico con ali verdi di farfalle” e la “Pallotta di bue di Arow con crema di Aglio magico” (Tel 0578 31073 )

Il Ritrovino servirà la “Quiche di Funghi e Porro del Drago Verde” e i “crostini ai funghi hobbit” e la “Torta di noci e mele degli Hobbit“(Tel 380 527 5409 )

Appena all’inizio del Centro storico, disponibili anche questi per tutta la durata della manifestazione:

Macelleria dell’Angolo, con un “Tagliere di Denethor” da asporto e un ottimo “pasticcio di maiale” da asporto (Tel 338 462 1500 )

Altri ristoranti e punti di ristoro Tolkeniano disponibili durante tutta la manifestazione:

Risto Pub Le Fonti, dove sarà disponibile una degustazione di “Birre dei Nani” per tutta la durata della manifestazione (Tel 0578 64309 )

Dispensa per Tutti, che avrà il “Cesto di delizie Hobbit” da portar via, e il “Tagliere di Denethor” da asporto (Tel +39 0578 31290 )

Dolce e Amaro Cafè, che avrà il “Gandalf Caffè“, il “Muffin di Gollum” e il “The di Arwen” (Tel +39 0578 62559)

Ristorante Pizzeria il Colosseo, che servirà la PIZZA DI SAURON e I PICI DI SAURON (pomodoro, nduja, basilico, pachino) durante tutto il periodo della manifestazione (Tel 0578 63820 )

Acqua e Sale, con l’ovviamente famoso pesce crudo di Gollum (Tel 0578 61183 )

ROSSO VIVO Shop & Food Experience, con la PIZZA e la FOCACCIA DELL’ORCO, durante tutto il periodo della manifestazione ( Tel 0578 62758 )

La Sosta dei Sapori, con il Tagliere di Denethor, durante tutto il periodo della manifestazione (Tel 339 703 6721)

SCARICA LA MAPPA

2 – Show Cooking: la cucina Hobbit, 29 Giugno ore 12.00 Area Chianciano Terra di Mezzo, Viale Dante, 4 (Teatro Caos)

Uno Show Cooking molto particolare: Rossella Giulianelli , nota chef dell’Unione Cuochi Toscana e pasticcere eccellente, albergatrice e profonda conoscitrice della materia prima locale, sarà la front woman di uno show cooking molto speciale, tutto sulla cucina Hobbit.
Si terrà alle ore 12:00 del sabato 29 giugno al nell’Area Chianciano Terra di Mezzo ( vicino al Teatro Caos, Viale Dante, 4 – dove si svolgono tutti gli incontri), e sarà realizzato un menù semplice ma replicabile, in con pietanze scelte in particolar modo dal mondo hobbit. Sarà rilasciato anche un piccolo book di ricette per i partecipanti, e soprattutto, l’assaggio, per un pranzo delizioso!


La partecipazione allo show cooking necessita di prenotazione obbligatoria, perchè prevede anche l’assaggio di tutte le preparazioni e la consegna delle ricette tolkeniane riviste con il prodotto tipico del territorio Valdichiana e Val d’Orcia, o più in generale Toscana. QUESTO IL LINK DI PRENOTAZIONE (OBBLIGATORIA)

Disponibili anche opzioni SENZA GLUTINE